[NanoRecensione] Matrimonio Reale: 4 goblin e un Matrimonio!

Stacchiamo un po’ dai giochi adatti ad un pubblico adulto, dedicandoci ad un gioco family, Matrimonio Reale: 4 goblin e un Matrimonio! di Walter Obert ed edito da Giochi Uniti, adatto a 2-8 giocatori dagli 8 anni in su per partite di 20-30 minuti.

Il gioco ci porta nel regno quasi splendente dei goblin, in cui fervono i preparativi per le nozze della principessa Koncita. Peccato che la principessa abbia un caratteraccio e l’organizzazione del matrimonio sia più difficile del previsto. I goblin correranno avanti e indietro per soddisfare i capricci della principessa, ricorrendo a spintoni e penitenze per cercare di recuperare i suoi tesori!

 

COMPONENTI e SETUP

Matrimonio Reale si presenta in una scatola resistente e compatta, anche se un po’ sovradimensionata rispetto ai componenti in essa contenuti:

  • 1 tabellone
  • 9 Segnalini (1 Principessa e 8 giocatori)
  • 8 tesserine giocatori
  • 4 Tessere centro stanza
  • 9 Basette di plastica
  • 5 Fondali arredo
  • 100 carte divise in:
    • 50 carte Movimento
    • 20 carte Tesoro
    • 30 carte Penitenza
  • 8 carte sequenza di gioco

I componenti sono di buona qualità, con la sola eccezione delle carte che sembrano davvero poco resistenti alle mescolate che si dovranno fare ad ogni inizio partita.

Le illustrazioni sono simpatiche e a tono con lo spirito scherzoso del gioco.

Il setup è rapido e prevede di:

  • aprire il tabellone al centro del tavolo
  • mescolare le carte secondo la tipologia e porle col dorso visibile di fianco al tabellone
  • girare il mazzo dei tesori a faccia in su, scartando un certo numero di tesori, a seconda del numero di giocatori
  • posizionare gli arredi per restringere il campo di gioco in meno di 6 giocatori
  • assegnare a ciascun giocatore un segnalino e una tessera dello stesso colore, 3 carte movimento per la mano iniziale e una carta riepilogativa della sequenza di gioco
  • mescolare le 4 tessere centro stanza e piazzarle casualmente sulle caselle centrali del tabellone
  • girare le 4 tessere, sostituire la tessera della principessa con la pedina corrispondente e spostare le altre 3 tessere verso le pareti, così come descritto nel manuale
  • determinare il giocatore che assomiglia più ad un goblin per farlo diventare il primo giocatore. Se aveste difficoltà nella scelta, potete sorteggiarlo!

A questo punto il gioco ha inizio!

 

REGOLE

Considerando il target del gioco, le regole sono per forza di cose semplici.

Partendo dal primo giocatore, ognuno gioca una carta movimento, sposta il proprio goblin (o la principessa, se è questa ad essere rappresentata sulla carta) nella direzione di uno dei colori presenti sulla carta (o una direzione qualsiasi se il colore è bianco) e ne applica eventuali conseguenze. Quindi ripete la stessa sequenza per una seconda carta. Infine, pesca due carte e passa il turno.

Nulla di particolare accade finché non si viene in contatto con un goblin avversario o con la principessa. In particolare, se un goblin termina il movimento nella casella occupata da un altro goblin lo spintona in una delle caselle adiacenti.

Nel caso in cui un goblin e la principessa finiscano nella stessa casella a seguito di uno spintone oppure del movimento della principessa, il giocatore che possiede la pedina del goblin deve prendere una carta Penitenza e applicarne gli effetti, per poi spostare la pedina in una qualunque casella libera a 3 di distanza dalla principessa.

Le penitenze sono divise in 6 diverse categorie e ogni giocatore non può averne due dello stesso tipo. Ma le penitenze? Vanno dal giocare in piedi su una sola gamba o appoggiati ad un altro giocatore o magari a essere costretti a parlare strani linguaggi … vi lasciamo la curiosità di scoprire tutte le altre penitenze!

Altro modo per affibbiare una penitenza è lanciare Oscar, il cane della principessa, addosso ad un goblin. Oscar può essere spostato in linea retta di quante caselle possibile se sulla carta Movimento vi sia disegnato anche il cane.

Inoltre, ogni qual volta un goblin tocca una delle tessere Cane, Scrigno o Scettro viene applicato lo stesso effetto della principessa: penitenza e spostamento di 3 caselle.

Le tessere, oltre alla penalità, sono anche l’unica strada percorribile per conquistare i tesori. E raccogliere più Tesori possibili è proprio lo scopo del gioco!

Come si fa? Le carte Tesoro sono 20 e la prima di queste è visibile a tutti e rappresenta un obiettivo comune a tutti i giocatori. Il tesoro viene conquistato da un giocatore se nel proprio turno raggiunge l’obiettivo indicato o tocca la tessera rappresentata in basso nella carta.

Il gioco prosegue finchè non viene raggiunta una di queste condizioni:

  • finiscono le carte Tesoro
  • finiscono le carte Penitenza
  • un giocatore colleziona 6 carte Penitenza

A questo punto non resta che calcolare i punti dati dalle carte Tesoro di ciascun giocatore e decretare il vincitore!

 

CONSIDERAZIONI

Matrimonio Reale è un party game veloce e scanzonato che riesce a coinvolgere fino a 8 giocatori disposti a “sopportare” le penitenze.

Adatto ad una serata in famiglia con bambini e ragazzi oppure con adulti disponibili a stare al gioco, basa tutto il divertimento sulle penitenze. Il resto è semplice contorno, pur con la simpatica ambientazione.

Vedere mamma e papà alle prese con le penitenze è impagabile per qualunque bambino… e non solo!

 

 

JoBel

 

SCHEDA GIOCO
Matrimonio Reale
Pubblicato nel:2016
Num. giocatori:2-8
Durata:30
Età:8+
Editore:Giochi Uniti
Autori:Walter Obert
Fonte dati BoardGameGeek

Per altre recensioni vi rimando alla sezione NanoRecensioni, mentre se volete leggere qualche anteprima, vi consiglio di dare un’occhiata alla nostra sezione NanoAnteprime.

Se volete restare aggiornati sui nostri articoli e recensioni cliccate Mi Piace sulla nostra pagina Facebook, aggiungete alle vostre cerchie il nostro contatto Google+ oppure il nostro profilo Twitter.

 

Lascia un commento

Seguici su Facebook
Close
Canali Social
Seguici sui nostri Canali Social per ricevere tutti gli aggiornamenti del sito
Inline
Inline