Tag Archives: Gioco di carte

[NanoFiller] Dungeon Rush

La vita dell’avventuriero, si sa, è complicata… con Dungeon Rush è a portata di mano!

Edito in Italia da PlayaGame Edizioni, Dungeon Rush è un titolo leggero con cui passare una serata spensierata in compagnia dei vostri amici !

[NanoAnteprima] The Game Faccia a Faccia

Il filler cooperativo più apprezzato degli ultimi anni, The Game, torna in una versione competitiva per 2 giocatori che stavolta dovranno sfidarsi l’uno contro l’altro, The Game Faccia a Faccia, edito anch’esso da Dv Giochi.

Vediamo quali sono le novità rispetto al classico The Game, per il quale vi suggeriamo di rinfrescare la memoria con la nostra NanoRecensione.

[NanoParty] ZIUQ

ZIUQ è la risposta di Andrea Pisani, Carlo Emanuele Lanzavecchia e Post Scriptum

A quale domanda? Sicuramente a “Un party game per Natale?

[NanoParty] Hulo!

UNO, SOLO… HULO!

Continuiamo la nostra carrellata di Party Game per allietare le nostre giornate estive.

HULO!, edito dalla Dal Negro, è un gioco di carte per 2-10 giocatori, della durata dai 10 ai 30 minuti e che ci propone la rielaborazione di un sistema di gioco molto semplice ed apprezzato.

[NanoRecensione] Coloni Imperiali

Coloni provenienti da quattro grandi civiltà hanno scoperto terre con nuove risorse e opportunità. Romani, Barbari, Egizi e Giapponesi stanno raggiungendo le nuove terre per espandere i confini dei loro imperi…
Questo è l’incipit di Coloni Imperiali, un gioco di civilizzazione, di Ignacy Trzewiczek, per 1-4 giocatori, della durata media di 45-90 minuti, edito dalla Portal Games, ed in Italia grazie a Pendragon Game Studio e Asterion Press.

[NanoParty] Stay Away!

Secondo appuntamento per la sezione dedicata ai party game: Stay Away!, gioco di carte a tema horror ideato da Antonio Ferrara e Sebastiano Fiorillo (Escape Studios Team) in collaborazione con Pendragon Game Studio.

I giocatori (da 4 a 12) impersonano i membri di una squadra di recupero inviata sull’isola di R’lyeh per indagare sulla misteriosa scomparsa di un gruppo di archeologi. Giunti all’avamposto, un’entità malvagia, La Cosa, infetta uno dei componenti del gruppo. Gli altri dovranno scovarla e ucciderla, prima che riesca a infettare anche loro.

[NanoRecensione] 7 Wonders Duel

Due sole civiltà possono riuscire a costruire le sette meraviglie del mondo? Con il nuovo 7 Wonders Duel è possibile!

Il nuovo gioco di Repos, presentato in versione italiana alla scorso Lucca Comics & Games da Asterion, permette a 2 giocatori di scontrarsi sul campo di battaglia, nella ricerca scientifica e nella costruzione delle 7 meraviglie del mondo.

7 Wonders Duel è uno spin-off del famoso e titolato 7 Wonders di Antoine Bauza che, grazie all’aiuto di Bruno Cathala, ha realizzato un gioco per due giocatori con la medesima ambientazione e lo stesso feeling del “padre”, ma che si discosta da esso per alcuni interessanti aspetti.

[NanoFiller] I Costruttori del Medioevo

Tra martelli, seghe e compassi, i più bravi architetti del reame sono pronti a competere per essere il migliore tra I Costruttori del Medioevo!

I Costruttori del Medioevo (The Builders: Middle Ages), edito in Italia da Asterion, è un gioco di carte della durata di circa 30 minuti a partita, in cui i giocatori vestono i panni di architetti del medioevo e hanno l’obiettivo di diventare il miglior costruttore del reame. Per fare ciò si dovranno ingaggiare operai, gestire le ristrette finanze e scegliere accuratamente i cantieri più adatti da realizzare.

[NanoAnteprima] Port Royal: solo un altro contratto…

Solo un altro contratto…” è la traduzione del titolo della prima espansione, in uscita alla prossima fiera di Essen, di Port RoyalEin Auftrag geht noch…, in inglese “Just one more contract…“. Le principali aggiunte dell’espansione sono appunto i contratti e una variante cooperativa che rende Port Royal un gioco per 1-5 giocatori.

Ma vediamo in dettaglio tutte le novità.

[NanoFiller] Port Royal

Il vincitore del premio austriaco di Game Designer, Händler der Karibik, viene rivisitato nel 2014 da Pegasus Spiele e ribattezzato con il nome più internazionale di Port Royal.

Il gioco di carte, di Alexander Pfister, vede i 2-5 giocatori (dagli 8 anni in su) nei panni di mercanti che devono destreggiarsi tra pirati e navi nella “classica” ambientazione del Mar dei Caraibi.

Nella piccola scatola troviamo le 120 carte, in unico mazzo, che risultano suddivise in 4 tipologie differenti: navi (50 carte, 10 per ciascuno dei 5 colori), personaggi (60 carte, divise fra 11 ruoli diversi), tasse (4 carte) e spedizioni (5 carte + 1 quando i giocatori sono 5).

Le carte sono ben illustrate da Klemens Franz e risultano funzionali allo scopo, fatta eccezione per alcuni personaggi per cui occorre ricorrere al manuale per capirne il funzionamento.

La scatola è completata dal solo manuale bilingue (inglese / tedesco) e notiamo l’assenza di monete.

Eh? Impersoniamo dei mercanti e non ci sono monete?

Seguici su Facebook
Close
Canali Social
Seguici sui nostri Canali Social per ricevere tutti gli aggiornamenti del sito
Inline
Inline