[NanoPresentazione] Gioco dell’Anno 2015: Vienna

Siamo all’ultima tappa del nostro viaggio tra i candidati per il Gioco dell’Anno 2015. Parlando di viaggi non poteva esserci meta migliore di Vienna, una delle città più belle, amate e visitate d’Europa, che nell’Ottocento era, al pari di Parigi, una delle destinazioni più ambite dell’alta società e dell’aristocrazia europea.

E i suoi luoghi più significativi, tra cui il Duomo di S. Stefano, il Prater e il Castello di Schonbrunn, fanno da sfondo al tabellone del gioco ideato da Johannes Schmidauer-König, edito da Schmidt Spiele e distribuito in Italia da Borella.

Vienna è un gioco di piazzamento dadi per 3-5 giocatori della durata media di 30 minuti che ha tanto il sapore di Kingsburg, uno dei “simboli” dei giochi di piazzamento dadi.

I giocatori hanno a disposizione un set di dadi che andranno piazzati sugli spazi disponibili sul tabellone, a rappresentare le soste che la loro carrozza può fare per le vie della città.

Al termine del piazzamento da parte di tutti i giocatori, si risolvono in sequenza le “soste”, che permettono di ottenere soldi, carte bonus da usare nei turni successivi o personaggi che consentono di ascendere nell’aristocrazia viennese e assegnano punti prestigio.

Inoltre, alcune soste possono ostacolare gli altri giocatori, ma attenzione, perchè non è permesso tornare indietro, a meno di corrompere il cocchiere.

Chi per primo arriva ai 25 punti prestigio diventa il vincitore!

Il meccanismo di gioco è dunque molto semplice e di facile apprendimento, con una meccanica collaudata, tuttavia non risulta affatto banale.

Vienna è entrato inaspettatamente nella lista dei 5 candidati al Gioco dell’Anno e perciò rappresenta l’outsider che potrebbe fare il colpaccio. Noi non ci scommetteremmo, però…

Ora non resta che attendere per conoscere il vincitore!

JoBel

 

Lascia un commento

Seguici su Facebook
Close
Canali Social
Seguici sui nostri Canali Social per ricevere tutti gli aggiornamenti del sito
Inline
Inline