[NanoRecensione] Ulm

Arriva finalmente anche sui nostri tavoli, grazie a dV Giochi, ULM, uno dei giochi che ha ottenuto più consensi nelle ultime fiere di Essen e Lucca.

Tra passeri, privilegi e discendenti, preparatevi a solcare il Danubio con la vostra chiatta e iscrivere il vostro nome negli annali della città.

Creato da Gunter Burkhardt, edito dalla HUCH! & friends e distribuito in Italia dalla DvGiochi, in Ulm da 2 a 4 giocatori si sfideranno per il predominio del commercio di uno dei più grandi territori comunali del Sacro Romano Impero. 

 

CONTENUTO

Nella scatola troviamo:

  • 1 tabellone, in cui è rappresentata la città di Ulm attraversata dal fiume Danubio;
  • 1 Cattedrale tridimensionale da assemblare e piazzare sul tabellone;
  • 12 tessere Torre per scandire i turni di gioco;
  • 1 carta Giuramento utilizzata per indicare il primo giocatore;
  • 50 tessere azione ( 10 per ogni azione possibile);
  • 12 stemmi Cittadini utilizzati per espandere il controllo della propria famiglia sulla città;
  • 8 tessere Discendenti che forniranno degli aiuti ai giocatori durante la partita;
  • 4 chiatte in legno (nei quattro colori: giallo, rosso, verde e blu);
  • 52 sigilli in legno (13 per ogni colore);
  • 12 stemmi Nobiliari (3 per ogni casata);
  • 33 carte;
  • 26 monete;
  • 30 passeri;
  • 1 sacca di tela;
  • l’immancabile Regolamento e le Cronache di Ulm in cui sono ben spiegate le varie azioni e carte.

Tutti i componenti sono assolutamente indipendenti dalla lingua, a parte il Regolamento, le Cronache e le Carte. I primi due sono stati ben tradotti in italiano da DvGiochi, mentre le carte sono disponibili solo in inglese, francese o tedesco, ma rigorosamente tutte tradotte nel manuale.

I materiali sono tutti di ottima qualità e ben studiati graficamente. L’unico elemento che lascia un po’ perplessi è la Cattedrale che, anche se fornisce un bel tocco scenico al tabellone, non è il massimo come è stata realizzata e per di più impalla parzialmente la visuale del tabellone di alcuni giocatori. Dopo la prima partita non la si tirerà più fuori dalla scatola.

LE REGOLE 

Nel tentativo di far guadagnare più potere alla propria famiglia, ogni giocatore ha a disposizione 3 azioni ogni turno, per un totale di 10 turni di gioco. Prima di andare a vedere le azioni disponibili, vediamo come funziona l’originale e interessante sistema di selezione delle azioni.

In alto a destra del tabellone è posizionata una griglia 3×3 composta da 9 tessere azione. Durante il proprio turno, il giocatore pesca una tessera azione dal sacchetto e la inserisce in una riga o colonna della griglia spingendo così fuori un’altra tessera già presente. Le tre tessere che sono rimaste all’interno della griglia nella riga/colonna scelta, saranno le azioni che il giocatore potrà effettuare nel turno. 

Le 5 azioni disponibili sono: 

  • Azione Moneta: permette di prendere una moneta dalla riserva generale;
  • Azione Tessera: permette di prendere le tessere azione che sono state spinte fuori dalla griglia e conservarle nella propria riserva;
  • Azione Carta: permette di comprare una carta spendendo 2 tessere azione presenti nella propria riserva oppure permette di giocare una carta supplementare nel proprio turno;
  • Azione Fiume: permette di far avanzare la propria chiatta lungo il Danubio. A fine partita a seconda dell’avanzamento della propria chiatta, si sommano o sottraggono un determinato numero di punti vittoria;
  • Azione Sigillo: permette, pagando 2 monete, di porre un proprio sigillo in uno dei quartieri ai lati della propria chiatta.

Inoltre, durante il proprio turno il giocatore può giocare una delle carte che ha in mano usufruendo del suo bonus istantaneo o del bonus di fine partita indicato.

I turni sono scanditi dal posizionamento, da parte del primo giocatore, delle tessere Torre della Cattedrale in costruzione. Una volta eseguito il decimo turno, la partita finisce e si effettua il calcolo del punteggio. 

COMMENTO

Come avrete capito, le regole non sono molte e per lo più di facile comprensione. Una volta fatto il primo turno, dopo disorientamento iniziale per la scelta del tipo di direzione da dare alla propria strategia, la partita scorre molto veloce, senza lunghe fasi di attesa tra i turni e con una soddisfacente sensazione post partita.  Ad inizio turno la pesca della tessera azione dal sacchetto fornisce una componente casuale che potrebbe far storcere il naso a qualcuno, ma il tutto è decisamente mitigato dalla possibilità di utilizzare i Passeri per scambiare la tessera pescata con un’altra, riducendo l’alea davvero all’osso. L’interazione tra i giocatori è presente nelle dosi giuste e non è tale da danneggiare eccessivamente la propria strategia. 

Il Giudizio del NANO:

Nonostante la sua snellezza delle regole, il gioco riesce a fornire una buona varietà di strategie percorribili, fornendo all’esperienza ludica una profondità davvero interessante. L’originale meccanismo di scelta delle azioni è davvero ben congegnata, strategica e stimolante. Nella sua semplicità riesce a coinvolgere i giochi meno esperti ed allo stesso tempo a soddisfare il palato dei giocatori più esigenti.

Ottimo gioco per effettuare il passaggio a giochi più complessi e strategici.

 

In tre parole: Originale, Scorrevole, Soddisfacente

 

LeM

 

SCHEDA GIOCO
Ulm
Pubblicato nel:2016
Num. giocatori:2-4
Durata:75
Età:10+
Editore:dV Giochi
Autori:Günter Burkhardt
Board Game Rank:921
Strategy Game Rank:505
Fonte dati BoardGameGeek

Dello stesso editore vi consigliamo di dare un’occhiata all’ottimo The Game. Inoltre, date un’occhiata anche alle nostre sezioni dedicate alle NanoRecensioni e NanoAnteprime.

Se volete restare aggiornati sui nostri articoli e recensioni, cliccate Mi Piace sulla nostra pagina Facebook, aggiungete alle vostre cerchie il nostro contatto Google+ oppure il nostro profilo Twitter.

 

Lascia un commento

Seguici su Facebook