[NanoRecensione] Ice Cool

Vincitore dell’edizione 2017 del Kinderspiel des Jahres – Gioco dell’Anno per bambini in Germania – Ice Cool, di Brian Gomez, edito da Brain Games, ed in versione italiana grazie ad Oliphante, è un gioco di destrezza ed abilità ambientato in una scuola per pinguini in cui vestirete i panni di un gruppo di pinguini in corsa per arraffare più pesce possibile.

 

COMPONENTI e REGOLE

La scatola di Ice Cool, rettangolare e abbastanza grande, contiene, una dentro l’altra, le 5 scatole che, montate in un’unica configurazione, rappresentano i locali della scuola di pinguini. 

Troviamo inoltre:

  • 4 pinguini colorati in plastica;
  • 16 pesci in legno: 3 per ciascun colore dei giocatori più 4 bianchi, utili per tenere le scatole unite;
  • 4 carte giocatore;
  • 4 carte d’identità pinguina;
  • 45 carte Pesce con 1,2 o 3 punti vittoria;

Una volta montate le scatole grazie alle semplici indicazioni, vengono distribuiti a ciascun giocatore: un pinguino, una carta giocatore, una carta d’identità e i 3 pesci dello stesso colore.

Vengono mescolate le carte Pesce a formare un unico mazzo a faccia in giù.

Viene scelto chi interpreta il Bidello al primo turno, il quale piazza il proprio pinguino in cucina (scatola 2), mentre gli altri giocatori (Monelli) appendono i pesci del proprio colore sulle 3 porte contrassegnate. 

Può ora partire la caccia!

A partire dal giocatore alla sinistra del bidello, si piazza il proprio pinguino sul cerchio rosso al centro della Classe (scatola 1) e poi lo si “schicchera” col dito. Il turno prosegue con gli altri giocatori e poi col bidello, che parte dalla posizione scelta in precedenza, sempre con una schicchera a testa.

La caccia prosegue con la medesima sequenza fino a che un Monello ha raccolto tutti e 3 i pesci oppure il Bidello ha catturato tutti i Monelli.

Ma come si raccoglie il pesce? Se un Monello attraversa completamente una porta su cui è appeso un pesce del proprio colore, lo raccoglie e pesca la prima carta del mazzo Pesce, che vale tanti PV quanti indicati. La porta deve essere attraversata e non saltata. E se ve lo state chiedendo, sì, è possibile far saltare i pinguini con una schicchera ben assestata sulla testa!

Se invece per un qualsiasi motivo il Bidello ed un Monello si scontrano, quest’ultimo deve consegnare la propria carta d’identità al Bidello. Il giocatore privo di carta d’identità può continuare a giocare e cercare di catturare i pesci, ma se il Bidello ha raccolto tutte le carte d’identità dei Monelli sta a indicare che li ha catturati tutti ed il turno termina!

Quando si completa il turno, ciascun giocatore pesca una carta Pesce per ogni carta d’identità in possesso. Chi è stato catturato quindi non pesca nulla, mentre il Bidello pescherà almeno una carta Pesce.

I giocatori si riprendono la carta d’identità e i pesci del proprio colore. A questo punto comincia un nuovo turno, con il Bidello che sarà interpretato dal giocatore alla sinistra di quello attuale.

Si effettua la fase di preparazione e comincia una nuova caccia. Il gioco termina quando ciascun giocatore ha fatto il bidello una volta.

Nel caso di 2 giocatori, il bidello deve catturare il Monello due volte in ciascun turno ed inoltre il gioco termina quando ogni giocatore ha fatto il Bidello due volte.

Alla fine del gioco ciascun giocatore conta i punti vittoria presenti sulla carte Pesce collezionate e chi ne ha di più viene dichiarato il vincitore!

 

 

CONSIDERAZIONI

Partiamo dai materiali che sono davvero ottimi. Le scatole sono resistenti, ben illustrate, e ricreano alla perfezione, e in 3D, l’ambientazione della “scuola pinguina”. Inoltre risulta molto comodo il meccanismo box-in-a-box stile matrioska per riporle. I pinguini sono di plastica dura e ben rifinita, che permettono di eseguire delle “schicchere” acrobatiche. I restanti materiali, pesci in legno e carte, sono di buona qualità.

Come intuibile, il gioco sta tutto, o quasi, nell’abilità di schicchera del giocatore e nelle acrobazie che riuscirà a far compiere ai propri pinguini per raccogliere il pesce o catturare gli avversari.

L’interazione è ovviamente molto alta, così come il divertimento che ne deriva. In quest’ottica il gioco rende meglio in 3 o 4 giocatori.

Unica nota stonata è la bassa longevità, dovuta al fatto che la plancia di gioco non è personalizzabile e le 5 scatole devono essere disposte sempre allo stesso modo. Tuttavia, come anticipato dallo stesso editore su BGG, dovrebbe arrivare presto un’espansione per risolvere il problema.

In definitiva, Ice Cool è un gioco veloce, divertente, interattivo e molto adatto a bambini e ragazzi, tanto da essere vincitore a pieno titolo dell’edizione 2017 del Kinderspiel des Jahres.

 

JoBel

 

SCHEDA GIOCO
Ice Cool
Pubblicato nel:2016
Num. giocatori:2-4
Durata:20
Età:6+
Autori:Brian Gomez
Board Game Rank:831
Children's Game Rank:15
Family Game Rank:179
Fonte dati BoardGameGeek

Per informazioni ed anteprime su altri giochi, vi consigliamo di andare alle sezioni dedicate alle NanoRecensioni e NanoAnteprime.

Se volete restare aggiornati sui nostri articoli e recensioni, cliccate Mi Piace sulla nostra pagina Facebook, aggiungete alle vostre cerchie il nostro contatto Google+ oppure il nostro profilo Twitter o unitevi al nostro nuovo canale Telegram.

 

Lascia un commento

Seguici su Facebook
Close
Canali Social
Seguici sui nostri Canali Social per ricevere tutti gli aggiornamenti del sito
Inline
Inline