[NanoPresentazione] Tales of the Arabian Nights

Volete vivere le fantastiche avventure del magico mondo delle Mille e una Notte in una struttura di gioco da tavolo?

Tales of the Arabian Nights è uno dei migliori giochi di “story-telling”, a metà tra boardgame e libro-game.

La versione originale è del 1985 ed è stato più recentemente rieditato in una nuova versione ad opera di Filosofia Edition e Z-Man Games.

Nel nostro paese ha trovato difficoltà ad affermarsi a causa della forte dipendenza dalla lingua del Libro dei Racconti, il cuore del sistema di gioco di Tales of the Arabian Nights.
Il Libro dei Racconti è un tomo diviso in migliaia di paragrafi numerati che narrano ciascuno un pezzo dell’avventura che i giocatori si costruiranno tra incontri, bivi e scelte. Il testo, come in un vero libro di racconti, oltre ad essere in enorme quantità è anche spesso di difficile comprensione per chi non è madrelingua inglese.

Come alcuni di voi sapranno, la buona notizia è che Giochix tramite la sua piattaforma di crowdfunding Giochistarter è riuscita a finanziare la titanica impresa di traduzione del gioco e nella seconda metà del prossimo anno potremo finalmente godere di questo capolavoro nella nostra amata lingua italica!
Inoltre la traduzione è stata affidata a Fiorenzo Delle Rupi, uno dei più talentuosi e affermati traduttori italiani.

Come accennato, Tales of the Arabian Nights è un gioco di narrazione per 1-6 giocatori. Ogni giocatore rappresenta un personaggio del libro delle Mille e una notte (Aladino, Ali Baba, Sinbad, Maharuf, Sheherazade e Zumurrud), che, anche grazie a delle abilità particolari, deve muoversi in una mappa dell’Europa e dell’Asia per cercare di raggiungere il proprio obiettivo, per poi tornare a Baghdad, centro del mondo di Tales of the Arabian Nights, per essere dichiarato vincitore.

Tale obiettivo, fissato ad inizio partita come una diversa somma di Punti Storia e Punti Destino (20 totali), deve essere perseguito spostandosi sulla mappa ed effettuando gli incontri.
In cosa consistono? Si pesca da un mazzo una carta che indica se abbiamo incontrato un personaggio, un terreno o una città. In base alle caratteristiche del personaggio e ad altre condizioni, viene determinato, tramite un’apposita matrice di gioco, il paragrafo del libro delle favole che dovrà essere letto dal narratore, il quale porrà il giocatore anche davanti a delle scelte che porteranno conseguenze diverse.

Il “bello” del gioco è quindi nel racconto, nella sua lettura, nei dettagli che vengono solo immaginati, e nelle scelte possibili che ci faranno vivere un’avventura ogni volta diversa, con una rigiocabilità che sembra davvero quasi infinita.

Costruiremo ogni volta la nostra Storia e forgeremo il nostro Destino, nella speranza di ritornare a Baghdad da vincitori!

Se la descrizione ha suscitato il vostro interesse, sappiate che a brevissimo terminerà la possibilità di partecipare al finanziamento del gioco e accaparrarselo ad un prezzo speciale. Quindi non perdete l’occasione!

 

Se volete leggere qualche altra anteprima, vi consiglio di dare un’occhiata alla nostra sezione NanoAnteprime dove potete trovare anche un articolo su Signorie, il nuovo attesissimo gioco del duo Chiarvesio e Zizzi. Oppure vi consigliamo di leggere il nostro speciale su Tutti i premi del 2015 assegnati ai giochi da tavolo!

Se volete restare aggiornati sui nostri articoli e recensioni cliccate Mi Piace sulla nostra pagina Facebook, aggiungete alle vostre cerchie il nostro contatto Google+ oppure il nostro profilo Twitter.

JoBel

 

3 Responses to [NanoPresentazione] Tales of the Arabian Nights

  1. Giulia ha detto:

    “Fiorenzo Delle Rupi, uno dei più talentuosi e affermati traduttori italiani” a me pare l’unico, visto che viene menzionato sempre e solo lui e le case editrici non sono intenzionate a dare possibilità a nuovi traduttori (esperienza diretta). E con questo non voglio sminuire il suo lavoro eh, io sono la prima fan di qualsiasi traduttore, soprattutto se dall’indubbio talento 😀
    Riguardo al gioco, io mi ci sono innamorata alla prima partita, sono felicissima che Giochix sia riuscita a finanziare il progetto per l’edizione italiana, io sono tra chi ha contribuito ordinando tutto l’ordinabile. Non vedo l’ora di averlo tra le mani 😀

     
  2. […] A chi non conoscesse il gioco, consigliamo di leggere il nostro articolo di presentazione QUI. […]

     

Lascia un commento

Seguici su Facebook
Close
Canali Social
Seguici sui nostri Canali Social per ricevere tutti gli aggiornamenti del sito
Inline
Inline