[NanoAnteprima] Kepler-3042

Oggi vi parliamo di un prototipo che ci è stato gentilmente offerto di provare dalla Placentia GamesKepler-3042,  la cui campagna di finanziamento è appena partita su Kickstarter.

Il nome del gioco prende spunto dalla sonda inviata realmente dalla NASA ed è indicativo dell’ambientazione e dello scopo che ogni giocatore avrà. Infatti impersoneremo una compagnia scientifica che, nel corso dell’anno 3042, manderà delle astronavi nello spazio alla ricerca di nuovi pianeti da colonizzare per poterne sfruttare le risorse.

 

 

English version of the article

IL GIOCO

Il gioco si sviluppa in 16 turni, durante ognuno dei quali i giocatori avranno a disposizione una azione principale e due azioni bonus opzionali. All’inizio di ogni turno si rivela una carta evento il cui effetto sarà applicato al termine del turno stesso. Godranno degli effetti, quindi dei vantaggi, di queste carte eventi tutti i giocatori che soddisferanno il requisito indicato.

Ogni giocatore avrà a disposizione:

  • una plancia dove sono indicate le azioni principali e, secondo una matrice, quelle opzionali;
  • una plancia di avanzamento tecnologico sulla quale sono rappresentate le tecnologie e il livello di ognuna raggiunto;
  • 7 risorse energia;
  • 7 risorse materia;
  • 3 risorse anti-materia;
  • 3 astronavi;
  • 1 carta Terra.
Plancia giocatore principale

Plancia giocatore principale

Le azioni principali a disposizione ci permetteranno di piazzare nuove navi nella galassia pagando il relativo costo in risorse, muovere le astronavi, rilevare tessere pianeta, sviluppare tecnologie, generare antimateria, colonizzare pianeti, produrre risorse sui pianeti oppure terraformare uno dei pianeti in nostro possesso.

Per poter utilizzare le azioni opzionali dovremo “bruciare” una risorsa tra quelle della nostra riserva, quindi bisognerà fare attenzione a non utilizzarle troppo spesso altrimenti ci ritroveremo senza risorse da poter produrre. Infatti, le risorse bruciate sono da considerare quasi come perse, in quanto sarà molto difficile recuperarle. Le azioni secondarie ci permetteranno di piazzare una nave nella galassia (senza pagarne il relativo costo), generare un cubo antimateria, avanzare di una casella sul tracciato leadership coloniale o tecnologico, muovere le astronavi di due caselle oppure produrre una materia e un’energia sulla terra.

Partita di playtest

Partita di playtest

Alla fine del 16° turno si calcolerà il punteggio finale come segue:

  • 1 punto per ogni Risorsa Antimateria presente sulle proprie carte Pianeta
  • 3 punti se in possesso di almeno 3 Pianeti della stessa tipologia
  • 5 punti se in possesso di 1 Pianeta per ognuna delle 5 tipologie
  • 2 punti per ogni Astronave su un esagono Miniera
  • 2 punti per ogni Tecnologia a livello massimo
  • 1 punto per ogni Vessillo di Leadership
  • Pianeti posseduti:
    • 1 punto per ogni Pianeta che si trovi nella zona Gruppo Stellare Locale
    • 2 punti per ogni Pianeta che si trovi nella zona Fascia Media
    • 3 punti per ogni Pianeta che si trovi nella zona Fascia Lontana
  • I punti attribuiti dal livello del proprio indicatore Nazione su ciascuno dei due tracciati Leadership (indicati nella centrale a fondo giallo)
  • I punti attribuiti dai propri Pianeti Terraformati (i simboli Punto Vittoria in basso)
  • I punti attribuiti dal proprio obiettivo Nazione

 

IMPRESSIONI

JoBel

La prima cosa che sicuramente salta all’occhio dalle immagini e dalla descrizione del gioco è l’ambientazione, che risulta particolarmente sentita, considerato che in fondo Kepler-3042 è un gioco di gestione risorse.

I materiali, anche se nella versione non definitiva, già risultano molto buoni e adatti allo scopo di rappresentare lo spazio da esplorare e colonizzare.

Le meccaniche, pur non essendo particolarmente innovative, se non per la possibilità di “bruciare” risorse per compiere le potenti azione secondarie, risultano ben oliate, fluide e ambientate.

Il tutto è condito da una buona rigiocabilità e una durata tutto sommato contenuta (siamo sui 60-90 minuti circa a partita).

Segnaliamo però, a chi credesse di poter attaccare gli avversari con le proprie astronavi, che tale componente è del tutto assente. L’interazione è abbastanza bassa e si limita ad anticipare la colonizzazione di un pianeta, che altrimenti nelle mani avversarie potrebbe portargli molti punti. Tale sensazione è più accentuata in un numero basso di giocatori, ma resta comunque garantita una buona scalabilità.

 

Svik

Questo gioco ha attirato la mia attenzione già dalle prime foto che ho visto circolare in rete e mi ha fatto molto piacere avere l’opportunità di provarlo in anteprima.

Il sistema di gestione delle risorse è molto interessante e deve essere ben ponderata la scelta di “bruciare” delle materie, altrimenti si corre il rischio di ritrovarsi senza risorse da poter produrre, oppure con un avvio lento dei primi turni di gioco.

C’è una componente di alea nel gioco che potrebbe influenzare le scelte dei giocatori ma la strategia che ognuno sceglie di seguire è molto più importante visto il numero esiguo di azioni a disposizione nel proprio turno.

Kepler-3042 è ben bilanciato e, a meno che non siate parecchio distratti o in una di quelle serate in cui era meglio guardare un film di Ace Ventura a causa dello sciopero dei due neuroni, alla fine della partita la vittoria arriverà per una differenza esigua di punti tra i giocatori.

 

In definitiva, il nostro consiglio è di partecipare alla campagna e accaparrarvi un buon gioco, soprattutto se la vostra anima german di gestione risorse prevale su quella di esplorazione e conquista spaziale.

Trovate la campagna al seguente link

 

SCHEDA GIOCO
Kepler-3042
Pubblicato nel:2016
Num. giocatori:1-4
Durata:90
Età:14+
Editore:Placentia Games
Autori:Simone Cerruti Sola
Board Game Rank:2143
Strategy Game Rank:898
Fonte dati BoardGameGeek

 

Per informazioni ed anteprime su altri giochi, vi consigliamo di andare alle sezioni dedicate alle NanoRecensioni e NanoAnteprime.

Se volete restare aggiornati sui nostri articoli e recensioni, cliccate Mi Piace sulla nostra pagina Facebook, aggiungete alle vostre cerchie il nostro contatto Google+ oppure il nostro profilo Twitter.

 

6 Responses to [NanoAnteprima] Kepler-3042

  1. […] Kepler-3042 ne abbiamo già parlato a giugno scorso (clicca QUI per leggere l’articolo), quando abbiamo avuto il piacere di provare il prototipo in anteprima, […]

     
  2. […] Games) era in fiera con due giochi molto interessanti, stiamo parlando di Kepler-3042 (clicca QUI per leggere l’anteprima del gioco) e GrowerZ, quest’ultimo della Demolea. Anche in questo caso […]

     
  3. […] Kepler-3042 abbiamo già parlato in occasione della prova del prototipo (clicca QUI per leggere l’articolo), quindi ci farà piacere vedere la realizzazione della versione […]

     
  4. […] nomination per la NanoRivelazione del 2016 sono: Ulm (DVGiochi); Kepler 3042 (Post Scriptum/Placentia Games); Bandits on Mars (Gate on […]

     
  5. […] Scriptum tenta di ripetere il successo della precedente campagna di Kepler-3042 con un nuovo eurogame che presenta alcune innovazioni […]

     

Lascia un commento

Seguici su Facebook
Close
Canali Social
Seguici sui nostri Canali Social per ricevere tutti gli aggiornamenti del sito
Inline
Inline