[NanoRecensione] Grand Austria Hotel

Se il vostro sogno è gestire un hotel viennese di inizio Novecento allora ecco il gioco per voi: Grand Austria Hotel degli italiani Simone Luciani e Virginio Gigli, pubblicato da Lookout Spiele, e di fresca uscita in versione italiana grazie a Cranio Creations.

E se il vostro sogno fosse un altro? Date un’occhiata alla nostra recensione perchè il gioco potrebbe comunque fare al caso vostro…

COMPONENTI e SETUP

Partiamo dai materiali contenuti nella scatola, di dimensioni generose:

  • 1 tabellone principale
  • 4 plance hotel (doppia faccia – 1 per giocatore)
  • 1 plancia azioni
  • 9 tessere ordine di turno
  • 12 tessere Imperatore
  • 4 segnalini punti vittoria
  • 1 segnalino round
  • 1 tessera pattumiera
  • 88 tessere camera (in 3 colori)
  • 24 dischetti di legno (nei 4 colori dei giocatori)
  • 120 cubetti portata e bevande (in 4 colori)
  • 14 dadi
  • 56 carte ospite
  • 48 carte personale
  • 12 carte obiettivo
  • 4 carte riepilogo
  • il regolamento

I componenti risultano di ottima qualità, a partire dalle abbondanti plance, dalle tessere spesse, dalle carte di buona fattura e dai dadi belli resistenti. La grafica è veramente curata e unisce funzionalità ed estetica. Un po’ sottotono invece gli altri materiali in legno: cubettini di colori non molto aderenti a quello che rappresentano e segnalini non molto efficienti nel loro utilizzo.

Il setup iniziale del gioco è abbastanza lungo, anche se organizzando attentamente i materiali nelle ziplock fornite nella confezione può essere ridotto. Vediamolo nel dettaglio:

  • Si piazza il tabellone al centro del tavolo e di fianco la plancia Azioni, il segnalino Pattumiera e i segnalini Punti Vittoria
  • Si dividono i cubetti per tipo (caffè, vino, dolce, strudel) e le tessere Camera per colore e si piazzano a fianco del tabellone
  • Si sceglie una carta Obiettivo e una tessera Imperatore per ognuno dei tipi A, B, e C, e si piazzano sui relativi spazi del tabellone
  • Si mescolano separatamente i mazzi Ospite e Personale, e si rivelano poi le prime 5 carte Ospite
  • Si prendono le tessere Ordine di Turno che riportano il numero di giocatori corretto e il seguente numero di dadi variabile: 10 dadi con 2 giocatori, 12 dadi con 3 giocatori, 14 dadi con 4 giocatori
  • Ogni giocatore prende poi una carta Riepilogo, una Plancia Hotel (girata dallo stesso lato per tutti) e i 6 dischetti di legno del colore scelto: ne piazza due sullo spazio 0 del tracciato Imperatore e del tracciato dei Punti Vittoria, e uno sullo spazio “10” del tracciato Monete sulla sua Plancia
  • Ogni giocatore prende un cubetto di caffè, vino, dolce e strudel dalla riserva generale e li piazza nella cucina sulla propria Plancia Hotel e infine 6 carte Personale a caso (oppure quelle indicate per le prime partite)
  • Si decide poi l’ordine di turno iniziale e, partendo dall’ultimo, ogni giocare sceglie un Ospite da piazzare nel proprio Caffè
  • Poi, i giocatori preparano fino a 3 Camere prendendo le tessere Camera e piazzandole sugli spazi del medesimo colore sulla propria Plancia Hotel. Ne pagano poi il costo indicato retrocedendo il dischetto sul tracciato delle Monete
  • Infine si piazza il segnalino Round sullo spazio “1” del tracciato e si può cominciare!

 

REGOLE

Come accennato nell’introduzione, il gioco ci mette nei panni di gestori di un albergo all’inizio del ventesimo secolo con lo scopo di trasformarlo nel Grand Austria Hotel!

Per riuscire nell’impresa, si dovranno attirare gli ospiti e soddisfare le loro esigenze, in modo da ricevere ricompense e punti vittoria.

La selezione delle azioni avviene con una particolare gestione dei dadi. In particolare, vengono lanciati un certo numero di dadi (da 10 a 14, in base al numero di giocatori) e si dividono in base al risultato. A ogni faccia del dado è associata un’azione. La quantità di dadi di quel valore rappresenta quanto è forte l’azione. Il giocatore prende un dado, lo rimuove e ne effettua l’azione corrispondente. In tal modo la stessa azione risulta ancora disponibile, ma con una forza inferiore. Altra possibilità è quella di passare: quando tutti hanno passato o hanno già effettuato le due azioni del round, viene effettuato un rilancio di tutti i dadi in modo da avere una nuova configurazione delle azioni.

Vediamo come si svolge un turno di gioco:

  • Prendere una carta Ospite dal tabellone (Opzionale): il giocatore può prendere una delle 5 carte Ospite disponibili sul tabellone e piazzarla nel suo Café, pagandone il costo;
  • Prendere un Dado e risolvere la corrispondente azione (Obbligatorio);
  • Effettuare una o più azioni addizionali (Opzionale).

Ecco le Azioni in dettaglio:

  1. Per ogni dado su questo spazio Azione, si prendono 1 strudel o 1 dolce, ma i dolci devono essere <= degli strudel
  2. Per ogni dado su questo spazio Azione, si prendono 1 vino o 1 caffè, con i caffè <= del vino
  3. Per ogni dado in questo spazio Azione, si prepara una Camera, piazzando la relativa tessera dalla riserva sulla plancia personale, pagandone il costo in base al piano e piazzandola sul colore corrispondente ed adiacente ad una camera già presente
  4. Per ogni dado su questo spazio Azione, il giocatore avanza il proprio segnalino di 1 spazio sul tracciato Imperatore oppure sul tracciato Monete
  5. Si gioca una carta Personale, con il costo ridotto di 1 per ogni dado su questo spazio Azione
  6. Pagando 1 Moneta si sceglie una delle altre 5 Azioni (dalla 1 alla 5) e la si effettua considerando i dadi presenti su questo spazio Azione, e non su quello dell’azione fatta. 

Le azioni addizionali invece permettono, tra l’altro, di aumentare il valore di un dado con 1 Moneta, completare le carte Obiettivo, giocare le carte Personale, e soprattutto, servire gli ospiti e assegnarli alle camere.

Ogni ospite ha un colore che indica la stanza a cui può essere assegnato. Fanno eccezione gli ospiti verdi che vanno in qualunque stanza. Una volta assegnato un ospite alla stanza, il suo segnalino viene voltato sul lato opposto ad indicare che essa è occupata e si ricevono immediatamente i Punti Vittoria e la ricompensa raffigurati sulla carta Ospite. Se viene occupata l’ultima camera di un gruppo, si riceve subito il bonus occupazione corrispondente.

Il gioco è composto da 7 round. Alla fine del 3°, 5° e 7° round si effettua un Conteggio Imperiale, che prevede un bonus oppure un malus, a seconda della posizione raggiunta sul tracciato dell’Imperatore. Dopo il 7° round si effettua il Conteggio Finale, aggiungendo i Punti Vittoria per:

  • le carte Personale che lo prevedono
  • le Camere occupate: 1 PV per ogni Camera nella prima riga della Plancia Hotel, 2 PV per ogni Camera nella seconda riga , 3 PV per ogni Camera nella terza riga e 4 PV per ogni Camera nella quarta riga (quella più in alto)
  • 1 PV per ogni Moneta rimasta e per ogni Cubetto posseduto rimasto in Cucina
  • e infine perdendo 5 PV per ogni Ospite ancora presente nel Café

Il giocatore che ha raggiunto il maggior numero di Punti Vittoria è il vincitore!

CONSIDERAZIONI

Partiamo dai materiali e dalla grafica che, come già detto, risultano di ottima qualità e ben rappresentativi, se tralasciamo i cubetti di caffè, vino, dolce, strudel che potevano essere meglio sostituiti da materiali sagomati o forse segnalini.

L’ambientazione è ben resa, anche se alcune meccaniche non vi sembreranno proprio in linea con la gestione di un albergo, ma ricordatevi che parliamo pur sempre di un german…

E presto vi renderete conto di trovarvi di fronte ad un gioco molto gradevole, ben fatto, tutto sommato semplice da apprendere, tanto che nei primi turni il gioco vi sembrerà essere molto rapido, considerato il numero ristretto di azioni possibili.

Ma il gioco, invece, diventa sempre più profondo col passare dei turni e si dovrà cercare di sfruttare le “combo” in base alle azioni addizionali e sugli effetti delle carte Personale e Ospite acquisite durante la partita.

In definitiva un escalation di scelte e possibilità, che con più di cento personaggi, comporta strategie diverse e adattabili ad ogni partita.

Ciò, se da un lato rende il gioco molto interessante e longevo, dall’altro lo rende avvezzo alla paralisi d’analisi e comporta un allungamento del tempo totale di gioco e soprattutto del tempo di attesa per il proprio turno, in particolare in 4 giocatori. Infatti in questa configurazione, il primo giocatore prenderà il primo dado e poi dovrà aspettare l’ottavo dado del round per rigiocare, non potendo fare altro che guardare gli altri giocatori. Per questo consigliamo di non giocare in più di 3 o utilizzare la variante proposta dagli autori che, pur sbilanciando leggermente il gioco, lo rende più godibile con giocatori troppo pensierosi.

In definitiva, Grand Austria Hotel è un ottimo titolo che potrà entrare a far parte della collezione di molti gamer incalliti, anche grazie a Cranio Creations che ha sfornato un’ottima edizione in lingua italiana, rivedendo anche i nomi delle carte e fornendo un manuale ben tradotto.

 

Trovate l’album completo delle foto sulla nostra pagina Facebook 

JoBel

 

SCHEDA GIOCO
Grand Austria Hotel
Pubblicato nel:2015
Num. giocatori:2-4
Durata:120
Età:12+
Editore:Cranio Creations
Autori:Virginio Gigli
Simone Luciani
Board Game Rank:122
Strategy Game Rank:73
Fonte dati BoardGameGeek

Per informazioni ed anteprime su altri giochi, vi consigliamo di andare alle sezioni dedicate alle NanoRecensioni e NanoAnteprime.

Se volete restare aggiornati sui nostri articoli e recensioni, cliccate Mi Piace sulla nostra pagina Facebook, aggiungete alle vostre cerchie il nostro contatto Google+ oppure il nostro profilo Twitter.

 

Lascia un commento

Seguici su Facebook
Close
Canali Social
Seguici sui nostri Canali Social per ricevere tutti gli aggiornamenti del sito
Inline
Inline