Category Archives: NanoRecensioni

[NanoRecensione] Coloni Imperiali

Coloni provenienti da quattro grandi civiltà hanno scoperto terre con nuove risorse e opportunità. Romani, Barbari, Egizi e Giapponesi stanno raggiungendo le nuove terre per espandere i confini dei loro imperi…
Questo è l’incipit di Coloni Imperiali, un gioco di civilizzazione, di Ignacy Trzewiczek, per 1-4 giocatori, della durata media di 45-90 minuti, edito dalla Portal Games, ed in Italia grazie a Pendragon Game Studio e Asterion Press.

[NanoParty] Co-Mix

A chi non è mai venuta la voglia di poter realizzare una propria storia a fumetti?

Con Co-Mix questo sarà possibile anche senza saper disegnare!

Ideato da Lorenzo Silva e pubblicato dalla Horrible Games, questo originale gioco di narrazione ci fa diventare degli autori di Grafic Novel, facendoci creare un’autentica tavola a fumetti.

[NanoRecensione] Horse Fever

I più grandi scommettitori del mondo si sono dati appuntamento all’ippodromo di Horseburg, pronti a ricorrere a qualsiasi scorrettezza pur di accaparrarsi il titolo di Miglior Scommettitore di Sempre!

Per 2-6 giocatori, Horse Fever è il primo gioco edito dalla Cranio Creations e ci proietta nel mondo delle corse dei cavalli tra scommesse azzardate, tentativi di truccare le corse e colpi bassi agli avversari.

[NanoParty] Stay Away!

Secondo appuntamento per la sezione dedicata ai party game: Stay Away!, gioco di carte a tema horror ideato da Antonio Ferrara e Sebastiano Fiorillo (Escape Studios Team) in collaborazione con Pendragon Game Studio.

I giocatori (da 4 a 12) impersonano i membri di una squadra di recupero inviata sull’isola di R’lyeh per indagare sulla misteriosa scomparsa di un gruppo di archeologi. Giunti all’avamposto, un’entità malvagia, La Cosa, infetta uno dei componenti del gruppo. Gli altri dovranno scovarla e ucciderla, prima che riesca a infettare anche loro.

[NanoRecensione] Hexemonia

Tra leggenda e mito, Fabio Attoli e Pendragon Game Studio ci portano nell’affascinante realtà delle città-stato dell’Antica Grecia.

Con una sapiente gestione di risorse economiche e militari, questa produzione tutta italiana ci consente di seguire lo sviluppo della nostra polis cercando di ottenere l’egemonia sulle altre città-stato.

[NanoRecensione] Stromboli

L’accoppiata Cranio Creations – Feuerland, che ha già portato in Italia Terra Mystica, ci propone Stromboli, interessante gioco strategico per 2 giocatori, che dovranno lottare piazzando statue e muovendo sciamani sull’isola, senza dimenticare la furia del vulcano di Stromboli e della sua lava che potrà spazzarli via.

Gli autori Mark KlernerFlorian Racky hanno elaborato un gestionale di media difficoltà, appositamente pensato per 2 giocatori, della durata media di 45 minuti, in cui si mescolano meccaniche di piazzamento, controllo territorio e maggioranze.

Per la versione italiana dobbiamo ringraziare Cranio Creations che ha pensato bene di cambiare il nome originale, Haus der Sonne, e ambientare il gioco nella più familiare isola di Stromboli.

[NanoFiller] Sushi Go

 

Torniamo a parlare di giochi leggeri e veloci, con uno dei nostri filler preferiti: Sushi Go!

In questo allegro gioco di carte, edito in Italia dalla Uplay.it Edizioni, da 2 a 5 giocatori prendono parte ad un divertente e colorato pasto in un ristorante Giapponese. Pronti ad una scorpacciata di pesce crudo?

[NanoRecensione] Occhio! Cosa è cambiato?

Occhio! Cosa è cambiato?

Spesso parliamo di giochi introduttivi riferendoci ad un pubblico adulto, ma quale modo migliore per diffondere il gioco da tavola se non quello di sfruttare la voglia di giocare dei più piccoli?

Oggi ci dedichiamo ad un giochino, Occhio! Cosa è Cambiato? della Giochi Uniti, adatto ai bimbi dai 4 anni in su per partite da 2 a 6 giocatori.

[NanoParty] Insoliti Sospetti

Inauguriamo la sezione dedicata ai party game con Insoliti Sospetti, un originale gioco di deduzione di Paolo Mori, edito da Cranio Creations, per 3-16 giocatori che “amano giudicare dalle apparenze” (come recita il manuale di gioco).

Dalla sua uscita, negli ultimi mesi del 2015, l’abbiamo spesso sentito accostare a “Indovina chi?”, ma Insoliti Sospetti è molto di più…

La premessa del gioco è simile a quella di molti altri giochi deduttivi: i giocatori devono raccogliere indizi per individuare il colpevole del reato, partendo da una lista di 12 sospettati, e ponendo domande all’unico testimone del reato. Questi però ha una strana memoria, in quanto non ricorda niente dell’aspetto del colpevole, ma conosce bene i suoi gusti, le sue abitudini e le sue opinioni.

La particolarità del gioco sta quindi tutta nelle domande che dovranno essere poste al testimone, raccolte in un ricco mazzo di carte, e che riguarderanno le abitudini e i tratti caratteriali del colpevole.

Sarà quindi compito del testimone interpretare e immaginare il carattere e i gusti del colpevole in base al suo aspetto fisico e agli immancabili pregiudizi che lo accompagnano, e cercare di comunicarlo agli investigatori per raggiungere l’obiettivo comune!

[NanoRecensione] Rush & Bash

Vi abbiamo già presentato Rush & Bash in occasione della proclamazione del Gioco dell’Anno 2015.

Mario Kart e la Corsa più pazza del mondo in un gioco da tavolo? Si!

Rush & Bash, l’altro finalista tutto italiano del Gioco dell’Anno 2015, di Erik Burigo, edito dalla Red Glove Edizioni & Distribuzioni, è un gioco di corsa in cui tra missili, bombe, ponti sospesi, vulcani attivi e templi misteriosi 2-6 giocatori lottano per giungere primi al traguardo!

E’ arrivato il momento di approfondire quanto avevamo detto con la nostra recensione. Si parte!

Seguici su Facebook